Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Svizzera, sempre la più cara

Un primo posto nella classifica europea dell'indice dei prezzi che non rallegra sicuramente i consumatori svizzeri

(swissinfo.ch)

La Svizzera è il paese più caro d'Europa. E il divario tra prezzi svizzeri e quelli europei è addirittura cresciuto negli ultimi anni.

Questa evoluzione è dovuta soprattutto al corso del franco svizzero e al livello più alto dei prezzi dei generi alimentari.

La Svizzera rimane l'isola più cara in Europa. Secondo gli ultimi dati presentati lunedì dall'Ufficio federale di statistica (UST), nel 2001 il livello dei prezzi svizzeri era il più elevato di tutto il continente, davanti a quello di Norvegia e Danimarca.

Confrontato con una base media di 100 punti per i paesi dell'UE, l'indice del costo della vita in Svizzera si è situato a 139 punti nel 2001, mentre era stato di 133 punti l'anno prima.

A titolo di paragone, la Norvegia si situa a 125 punti e la Danimarca a 124. Il livello dei prezzi più basso si riscontra invece nei nuovi paesi aderenti all'Unione Europea (UE), con un indice che si aggira sui 50 punti.

Franco svizzero troppo forte

Per l'UST, l'alto costo della vita nel nostro paese è da ricondurre soprattutto alla forza del franco svizzero e agli elevati prezzi dei prodotti alimentari e degli affitti.

Secondo Stefano Modenini, responsabile di economiesuisse per la Svizzera italiana, tra le ragioni che rendono la Svizzera particolarmente cara vi sono anche dei costi di produzione troppo elevati e un'eccessiva cartellizzazione di alcuni settori economici.

Da notare che, già da diversi anni, il livello dei prezzi si mantiene stabilmente alto in Svizzera rispetto ai paesi dell'UE o dell'Associazione europea di libero scambio. Nel 1990, ad esempio, il relativo indice si trovava già a 134 punti.

Benessere in declino

Mentre rimane nella prima posizione della classifica dei prezzi, la Svizzera sta invece perdendo colpi per quanto riguarda l'indice del volume pro capite, con il quale viene misurato il grado di benessere e di efficienza economica.

Tale indice è sceso da 134 punti nel 1990 a 117 punti nel 2001. Questo calo sta a significare, annota l'UST, che negli ultimi 10 anni la Svizzera ha conosciuto una crescita economica più lenta rispetto a quella degli altri paesi europei.

La graduatoria europea dell'indice del volume pro capite è guidata dalla Norvegia e dal Lussemburgo. La Svizzera si trova a metà classifica assieme a Austria, Olanda e Danimarca.

Barometro Eurostat

I dati completi a livello europeo vengono pubblicati dall'Ufficio statistico dell'UE (Eurostat), che paragona i costi di beni e servizi, come pure l'evoluzione del prodotto interno lordo reale.

Il livello generale dei prezzi si riferisce al prodotto interno lordo, che comprende il consumo delle economie domestiche, gli investimenti delle imprese e le prestazioni statali.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

La Svizzera è il paese europeo con il costo della vita più elevato: indice di 139 punti nel 2001.
Seguono la Norvegia (125 punti) e la Danimarca (124).
La Confederazione si trova invece soltanto a metà classifica dell'indice relativo al benessere e all'efficienza economica (indice di 117 punti nel 2001).

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×