Navigation

Skiplink navigation

Svizzera arrestata a Minsk: petizione chiede intervento di Cassis

Una petizione chiede ad Ignazio Cassis di intervenire per la liberazione di una cittadina sangallese arrestata a Minsk KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 novembre 2020 - 09:33
(Keystone-ATS)

Una petizione munita di 9'500 firme chiede il rilascio di una sangallese con la doppia cittadinanza svizzera-bielorussa arrestata a metà settembre in Bielorussia.

Esige inoltre che il ministro degli esteri Ignazio Cassis intervenga direttamente presso il presidente russo. La richiesta sarà sostenuta con due veglie di protesta a Berna.

La donna arrestata è una prigioniera politica, il cui fermo è avvenuto in maniera completamente arbitraria, indica in una nota l'organizzazione Libereco. Quest'ultima organizza oggi a Berna due riunioni di protesta affinché la 51enne cittadina sangallese venga liberata immediatamente e per trasmettere un segnale a tutti gli altri prigionieri politici.

La donna con la doppia nazionalità aveva partecipato a una manifestazione femminile di protesta a Minsk il 19 settembre scorso ed era stata arrestata. Da allora si trova dietro le sbarre. Il 20 ottobre scorso l'ambasciatore svizzero in Bielorussia ha potuto visitarla per la prima volta in prigione. La prossima udienza in tribunale è prevista per il 3 dicembre.

Condividi questo articolo