Tutte le notizie in breve

La senatrice australiana Larissa Waters e sua figlia.

KEYSTONE/EPA AAP/MICK TSIKAS

(sda-ats)

La figlioletta della vice leader dei Verdi australiani Larissa Waters è entrata nella storia parlamentare australiana, diventando il primo neonato allattato al seno nell'aula del Senato.

La senatrice Waters ha portato ieri in aula la piccola Alia Joy di poche settimane durante il voto su una mozione dei Verdi: si è trattato della prima occasione in cui ha presenziato in parlamento da quando è diventata madre per la seconda volta in marzo.

"Sono orgogliosa che mia figlia Alia sia il primo bebè ad essere allattato al seno nel Parlamento federale! Abbiamo bisogno di più donne e di più madri in Parlamento", ha scritto Waters su Facebook. Alle senatrici è consentito di allattare in aula dal 2003 e lo scorso anno il permesso era stato esteso anche alla Camera, ma nessuna delle parlamentari ne aveva finora usufruito.

La svolta fa seguito alle reazioni negative nel 2015, quando alla ministra conservatrice Kelly O'Dwyer fu chiesto di considerare di estrarre il proprio latte e imbottigliarlo nel biberon per non mancare ai doveri parlamentari. E nel 2003 la deputata Kirsty Marshall, ex sciatrice olimpica fu costretta a lasciare l'aula perché allattava la figlia di 11 giorni.

"Le donne già lo fanno in parlamenti di tutto il mondo", ha detto in Tv la deputata laburista Katy Gallagher. "Le donne continueranno a fare bambini e se vogliono essere al lavoro e prendersi cura del bebè, la realtà è che ci dobbiamo adattare", ha aggiunto.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve