Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Swiss: un altro tassello

Il personale di terra di Swiss all'aeroporto di Zurigo-Kloten ha accettato il Contratto collettivo di lavoro (CCL) proposto dalla direzione.

La nuova convenzione è già stata approvata dai basilesi e ora manca soltanto il consenso dei ginevrini.

I sindacati della categoria - KV Schweiz, Push ed SSP/VPOD - precisano giovedì in un comunicato congiunto che il CCL ha effetto retroattivo al primo aprile, data del battesimo dell'aria della nuova compagnia aerea svizzera, nata da Crossair e dalla defunta Swissair.

Il documento ha una validità di tre anni e riguarda 2'300 dipendenti del vettore nazionale, compresi gli impiegati a tempo parziale.

Migliori condizioni

Per gli ex dipendenti di Swissair, che rappresentano la maggioranza del personale di terra a Zurigo, le condizioni di lavoro sono migliorate rispetto ai contratti individuali stipulati con Crossair e finora vigenti, sottolineano i sindacati.

Le differenze salariali con i vecchi stipendi di Swissair sono meno vistose. Il CCL garantisce tra l'altro un minimo salariale mensile di 3.250 franchi ed un aumento generale dell'1-2 per cento. È inoltre prevista una riduzione progressiva del tempo di lavoro settimanale da 42,5 a 41 ore, la pensione a 63 anni ed un congedo maternità di sedici settimane.

swissinfo e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza