Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Swiss Re prevede massicci licenziamenti

Swiss Re cancellerà probabilmente più impieghi di quelli inizialmente annunciati

(Keystone)

Il numero uno mondiale delle riassicurazioni Swiss Re intende cancellare fino a 1700 impieghi entro il 2008. Le soppressioni rappresentano il 15% degli effettivi.

La riduzione del personale fa seguito all'acquisizione da parte di Swiss Re della compagnia riassicurativa americana General Electric.

«Ci aspettiamo una riduzione degli effettivi del 10-15% nei prossimi due anni», ha indicato Jacques Aigrain, presidente della direzione di Swiss Re, nell'edizione odierna del «Financial Times Deutschland».

Dopo l'acquisto delle attività riassicurative dell'americana General Electric, il gruppo svizzero prevede una ristrutturazione con una drastica riduzione dell'organico. Entro il 2008 dovrebbero essere soppressi fino a 1700 impieghi.

Swiss Re e General Electric Insurance Solutions contano in totale circa 11'500 dipendenti, ha detto Henner Alms, portavoce del riassicuratore elvetico.

Con le sinergie che scaturiranno dalla fusione, Swiss Re calcola di risparmiare 300 milioni di dollari l'anno, a partire dal 2008, data di complemento dell'integrazione, ha precisato Alms.

Tagli superiori al previsto

Il riassicuratore svizzero intende così sopprimere un numero maggiore d'impieghi rispetto a quanto indicato al momento dell'annuncio dell'acquisizione della GEIS, ossia alcune centinaia di posti di lavoro negli USA e in diversi paesi europei.

Secondo le dichiarazioni di allora di Aigrain, la Svizzera non sarebbe stata toccata dal provvedimento.

Mercoledì, Henner Alms non ha potuto dire in quali paesi saranno effettuati i tagli occupazionali. «Si tratta di una parte del piano di integrazione. Attualmente non possiamo ancora rilasciare dichiarazioni», ha osservato.

I doppioni si verificano nei paesi in cui entrambi i partner sono presenti e si occupano di attività simili, ha aggiunto il portavoce, precisando che General Electric non ha succursali in Svizzera. Swiss Re e General Electric sono entrambi presenti negli USA, a Monaco e a Londra.

Numero uno mondiale

Con l'acquisizione di General Electric, Swiss Re diventa il numero uno mondiale nel campo delle riassicurazioni, scavalcando la tedesca Münchener Rück.

L'operazione costerà al gruppo elvetico complessivamente 8,5 miliardi di dollari, compresa l'assunzione di debiti della ditta americana per 1,7 miliardi.

«Siamo convinti che si tratti di una buona operazione», ha sottolineato Alms. Le due società si completano dal punto di vista strategico.

Lo scorso anno General Electric, quinto riassicuratore mondiale, ha realizzato una cifra d'affari di 6,2 miliardi di dollari (7,9 miliardi di franchi).

Il fatturato di Swiss Re nel 2004 è stato di 25,8 miliardi di dollari (32,9 miliardi di franchi).

swissinfo e agenzie

In breve

Il gruppo elvetico Swiss Re è stato fondato nel 1863.

Nel novembre 2005, ha riacquistato la maggior parte degli affari assicurativi del colosso americano General Electric.

Grazie all'operazione (del valore di circa 9 miliardi di franchi), Swiss Re diventa il leader mondiale nel settore delle riassicurazioni, superando così la compagnia tedesca Münchener Rück.

Dal 1. gennaio 2006, il nuovo CEO (presidente della direzione generale) è il 51enne Jacques Aigrain.

Fine della finestrella

Fatti e cifre

Attualmente, Swiss Re conta circa 8'500 collaboratori attivi in una trentina di Paesi.
Nel primo semestre del 2005, ha registrato un utile netto di 1,353 miliardi di franchi, in calo del 6% rispetto allo stesso periodo del 2004.
General Electric Insurance Solutions impiega invece 3'300 persone ed è attiva in 28 Paesi.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza