Swissair: azioni legali in Francia e in Belgio

Guai in vista per Swissair, che non ha ancora onorato i suoi impegni nei confronti delle compagnie francesi e belga Keystone Archive

Le compagnie aeree francesi a suo tempo controllate da Swissair in Francia si apprestano a portare il gruppo svizzero in tribunale per rispondere dei suoi impegni. Intanto in Belgio, la Sabena ha chiesto l'apertura di una procedura concordataria.

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2001 - 13:26

La Sabena ha chiesto oggi al Tribunale commerciale di Bruxelles di avviare una procedura concordataria per ottenere la protezione giuridica nei riguardi dei suoi creditori e prepararsi alla ristrutturazione. Lo ha annunciato la compagnia belga in un comunicato.

Sabena, che si trova in gravi difficoltà finanziarie da diversi mesi, è oggi asfissiata dall'incapacità di Swissair - che detiene il 49,5% del capitale - di procedere alla prevista ricapitalizzazione. Swissair avrebbe dovuto versare in settimana 125 milioni di euro a Sabena ma non lo ha fatto.

Secondo Laurette Onkelinx, ministra del lavoro, una richiesta di concordato rappresenta attualmente la soluzione migliore per la Sabena. Tale proposta permetterebbe di ottenere l'accordo della Commissione europea a un'iniezione di denaro da parte dello Stato belga, che detiene il 50,5 % del capitale della compagnia di bandiera.

Da parte sua il presidente del consiglio d'amministrazione Fred Chaffart ha ribadito le accuse a Swissair, annunciando che saranno riattivate le azioni legali contro la compagnia elvetica, che non ha onorato lunedì l'impegno di versare i 200 milioni di franchi previsti dal piano di risanamento.

Azioni legali anche in Francia

Il ministro dei trasporti francese, Jean-Claude Gayssot, ha annunciato che il suo governo farà tutto il possibile sul piano giuridico per costringere la Swissair a rispettare gli accordi nei confronti della sua ex filiale Air Lib (nuovo nome di AOM/Air Liberté). Il gruppo svizzero deve ancora versare 38 milioni di euro (quasi 60 milioni di franchi) alla Holco, la società che ha rilevato Ar Lib. In precedenza aveva già pagato 160 milioni di euro (240 milioni di franchi).

Anche Air Littoral - altro vettore francese in cui Swissair Group aveva una partecipazione - ha fatto sapere che avvierà i passi necessari per ottenere il pagamento di tutti i suoi obblighi finanziari. Stando a quanto indica la compagnia francese, il protocollo di cessione delle parti detenute da Swissair in Air Littoral prevede il pagamento di 850 milioni di franchi francesi (192,55 milioni di franchi svizzeri), di cui solo 750 già versati.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo