Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Telethon raccoglie oltre 2,4 milioni di franchi

I vigili del fuoco, qui quelli di Bex nel canton Vaud, sono sempre presenti all'appuntamento di Telethon

(Keystone)

In occasione dell'annuale raccolta di fondi per la ricerca, la Svizzera si è mostrata solidale con le persone colpite da malattie genetiche rare, promettendo donazioni per oltre 2,4 milioni di franchi.

Nel paese sono state organizzate più di 500 manifestazioni, a sostegno dei 20'000 malati che soffrono di patologie neuromuscolari genetiche quali la miopatia o la mucoviscidosi.

Nella ventesima edizione di Telethon, la tradizionale raccolta di fondi organizzata in favore della ricerca sulle patologie neuromuscolari genetiche e dell'aiuto alle persone malate e alle loro famiglie, sono stati raccolti 2,41 milioni di franchi.

Il dato si riferisce alle promesse di donazione fatte in Svizzera fino alla 1.00 di domenica mattina. Alla stessa ora nel 2006 le donazioni era state leggermente inferiori.

L'ammontare 2007 è comunque ancora provvisorio dato che il ricavato di alcune manifestazioni non è ancora stato contabilizzato, hanno indicato i promotori di Telethon in un comunicato.

Offerte possono ancora essere annunciare al numero telefonico gratuito 0800 850 860 o su internet (www.telethon.ch).

Pompieri in prima linea

La «maratona» di solidarietà, che ha coinvolto circa 10'000 volontari, è iniziata venerdì sera alle 18.00.

Complessivamente sono state organizzate oltre 500 manifestazioni nei cantoni della Svizzera romanda, di Berna, Zurigo, San Gallo, Soletta, Ticino e, per la prima volta, anche nei Grigioni.

I vigili del fuoco, pilastri delle azioni che hanno avuto luogo nel finesettimana, hanno mostrato ancora una volta il loro legame a Telethon. I pompieri dello Chablais (Vaud) hanno ad esempio raccolto quasi 50'000 franchi realizzando un tubo d'acqua lungo 33 km.

Come ogni anno, l'evento - di cui esistono analoghi in molti paesi europei - si è svolto in collaborazione con le televisioni regionali, le quali hanno proposto 30 ore di trasmissione in diretta.

Al di là del suo obiettivo principale - quello di raccogliere fondi - Telethon gioca anche un ruolo sociale, ha sottolineato Claude Comte, uno dei responsabili dell'edizione numero 20.

Lotta alle malattie più rare

I contributi delle precedenti edizioni hanno permesso la realizzazione di importanti progetti scientifici e di aiuti sociali nell'ambito della lotta contro malattie genetiche rare, quali miopatia, mucoviscidosi, sindrome di Marfan, retinite pigmentosa, neurofibromatosi e sindrome del «Cri du Chat», che in Svizzera colpiscono circa 20'000 persone.

È grazie alla creazione del laboratorio Généthon (Francia) da parte di Telethon che è stata realizzata, nel 1993, la prima mappa del genoma umano, ricorda Jacques Rognon, presidente della Fondazione Svizzera di Ricerca sulle Malattie Muscolari.

Questa mappa, aggiunge, ha permesso ai ricercatori di scoprire rapidamente i geni responsabili di 4'000 malattie di origine genetica.

L'anno scorso Telethon aveva raccolto 3,3 milioni di franchi, 200'000 in più rispetto al 2005. Di questi, 1,2 milioni erano stati destinati alla ricerca.

swissinfo e agenzie

In breve

Telethon (contrazione di "television marathon") è nata nel 1966 negli Stati Uniti su iniziativa dell'attore comico Jerry Lewis.

In Svizzera è stata organizzata per la prima volta in Romandia nel 1988, su proposta dell'Associazione della Svizzera Romanda e Italiana contro le Miopatie e della Fondazione Svizzera di Ricerca sulle Malattie Muscolari.

L'azione si svolge dal 1990 anche in Ticino e dal 1993 nella Svizzera tedesca.

Telethon ha lugo il primo fine settimana del mese di dicembre e coinvolge migliaia di volontari, vigili del fuoco, protezione civile, associazioni sportive, organizzazioni locali, etc...

Rispetto alla cifra raccolta pro capite, gli abitanti del canton Ticino, segnala Telethon, sono i donatori più generosi di tutti i Telethon d'Europa.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza