Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Thomas Lüthi campione del mondo

È fatta, Lüthi ha vinto il motomondiale

(Keystone)

A Valencia, nel corso dell'ultimo Gran premio della stagione, il giovane pilota bernese si è laureato campione del mondo di motociclismo nelle 125cc.

Il «piccolo Tom», professionista da tre stagioni, è il terzo pilota elvetico a conquistare il titolo; l'hanno preceduto solo Stefan Dörflinger e Luigi Taveri.

Prima dell'appuntamento spagnolo il 19enne bernese aveva 23 punti di vantaggio sul suo rivale finlandese Mika Kallio, l'unico che avrebbe ancora potuto strappargli il titolo. A Lüthi bastava un tredicesimo posto per essere sicuro della vittoria.

Partito in prima fila – nelle qualifiche aveva ottenuto il quarto tempo – Lüthi si è classificato nono: missione compiuta. La gara è andata a Mika Kallio, ma al finlandese non è bastata la vittoria per colmare il ritardo accumulato nei confronti di Thomas Lüthi che è riuscito a mantenere 5 punti di vantaggio nella generale.

Il bernese ha dimostrato di saper correre con intelligenza tattica, limitandosi a controllare la gara. Il successo corona una stagione disputata con grande regolarità. Lüthi è andato a punti in 15 dei 16 Gran premi, ne ha vinti 4 ed è salito 8 volte sul podio.

Il successo di Lüthi ha fatto esplodere la festa a Linden, il paese dell'Emmental bernese dove vive il pilota. Anche il presidente della Confederazione, Samuel Schmid, ha fatto i suoi complimenti al giovane campione. «Hai concluso una stagione lunga e dura in modo intelligente, con professionalità e voglia di vincere», si legge nel messaggio di Schmid. «Complimenti! Hai anche provato che si può avere successo in uno sport che non può essere praticato a livello competitivo nel proprio paese».

Una strada segnata

In anni recenti sono stati in tanti a voler raggiungere il titolo iridato: Philippe Coulon, Jacques Cornu, Eskil Suter, Rolf Biland e Bruno Kneubühler non sono però riusciti nell'impresa.

Giovane, ma determinato, Thomas Lüthi iscrive il suo nome accanto a quello di due soli altri piloti svizzeri: Stefan Dörflinger (laureatosi campione quattro volte di seguito, nel 1982 e 1983 nella 50cc e nel 1984 e 1985 nella 80cc) e Luigi Taveri (tre volte campione del mondo nella 125 tra il 1962 e il 1966).

Figlio d'agricoltori di Linden (tra Berna e Thun), Tom ha fatto parlare di sé molto presto nel mondo del motociclismo.

Dal Campionato svizzero di Pocket Bike alla Coppa ADAC junior in Germania, dal Campionato tedesco (IDM) al Campionato del mondo, Lüthi ha conosciuto un'ascesa costante, inframmezzata solo da un 2004 mancato.

L'anno scorso, infatti, il bernese si era classificato solo 25esimo, perdendo 10 posizioni rispetto a quella conquistata nel 2003.

«È quando si tocca il fondo che s'impara a combattere. L'anno prossimo punterò molto più in alto e farò di tutto per raggiungere i miei obiettivi», aveva dichiarato Lüthi al termine della stagione 2004.

Un anno magico

Lüthi è stato di parola. La stagione 2005 è partita in modo diverso rispetto alla precedente. Già dalle prime uscite, Tom si è dimostrato degno della fiducia accordatagli da Daniel Epp, il proprietario svizzero della sua scuderia, la Team Elit.

Affiancato dal noto tecnico tedesco Sepp Schlögel, da due meccanici e da una preparatrice mentale, Thomas Lüthi ha saputo sfruttare al massimo il potenziale della sua Honda RS125 Kit A e si è imposto come uomo da battere della stagione.

Nemmeno la spettacolare caduta fatta nel corso del Gran premio del Giappone a Motegi è riuscita a perturbare il giovane bernese. Anzi, malgrado un piede malconcio, ha stretto i denti e una settimana più tardi ha conquistato il suo terzo Gran premio a Sepang, in Malesia.

Questa splendida stagione non poteva concludersi che con il titolo finale. L'apprendistato, ormai, è finito: il «piccolo Tom» è entrato a far parte del gruppo dei grandi.

swissinfo

Fatti e cifre

Il motomondiale 2005, categoria 125cc, è andato allo svizzero Thomas Lüthi.
Lüthi ha concluso il campionato con 242 punti, 5 in più del secondo classificato Kallio.
È il terzo svizzero ad essere consacrato campione del mondo.
Nella stagione 2005, Lüthi ha vinto i Gran premi di Mans (Francia), Brno (Repubblica Ceca), Sepang (Malesia) e Philipp Island (Australia).

Fine della finestrella

In breve

Thomas Lüthi ha disputato il suo primo Gran premio nelle 125cc il 21 luglio 2002 in Germania. Il 2005 è stata la sua terza stagione completa nel motomondiale.

In maggio, ha conquistato la sua prima vittoria a Mans, in Francia. Era da sedici anni che un motociclista svizzero non vinceva un Gran premio.

Figlio d'agricoltori, Lüthi si è appassionato già da piccolo alle moto. È nato il 16 settembre 1986 a Oberdiessbach. È alto 170 cm e pesa 53 kg.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×