Navigation

Torna a splendere il sole sul turismo

In Svizzera, gli stranieri spendono soprattutto in pernottamenti Keystone

Lo scorso anno e per la prima volta dal 2000, le spese dei turisti stranieri in Svizzera sono aumentate. Anche gli svizzeri hanno speso cifre record all’estero.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 luglio 2005 - 12:00

Secondo un esperto dell'Ufficio federale di statistica, il turismo sembra essersi ripreso dopo lo choc provocato dagli attentati dell’11 settembre del 2001 a New York.

Dopo quattro anni difficili, il turismo svizzero e internazionale torna a registrare risultati confortanti.

Nel 2004, i visitatori stranieri hanno speso in Svizzera 12,9 miliardi di franchi, il 4,7% in più rispetto all'anno precedente. Lo indica l’Ufficio federale di statistica (UST) in una nota diffusa martedì.

Anche gli svizzeri si sono concessi maggiori spese per le proprie vacanze. All’estero, i cittadini rossocrociati hanno speso in un anno 10,9 miliardi di franchi, in aumento dell’8,7% rispetto al 2003.

Pernottamenti

I viaggi con pernottamenti si sono rivelati la fonte principale dei proventi anche nel 2004.

I turisti stranieri hanno speso complessivamente 6,5 miliardi di franchi (+5,7%) per alberghi, case di cura e stabilimenti paralberghieri (abitazioni di vacanza, campeggi, alloggi collettivi, ostelli per la gioventù e pernottamenti presso parenti e conoscenti).

La parte più cospicua di tale somma è rappresentata dai costi di pernottamento (45%), seguiti dalle spese accessorie (30%) e dalle spese per il vitto (25%). Nel 2004, le entrate provenienti dal turismo giornaliero e di transito sono ammontate a 3 miliardi di franchi (+5,6%).

Acquisti

L'UST rammenta che dal 1° marzo del 2002 è possibile importare giornalmente per persona in franchigia dai dazi doganali merci per un valore complessivo non superiore ai 300 franchi a prescindere dal luogo di domicilio e dalla durata del soggiorno.

Le altre prestazioni turistiche (voce che dal 2002 comprende soltanto i negozi duty-free) si sono ridotte del 10% e sono scese a 97 milioni di franchi.

Anche le spese di consumo in Svizzera dei frontalieri sono diminuite leggermente rispetto all'anno precedente, scendendo dello 0,7% a 1,5 miliardi di franchi. Dal 2003 la cifra include le spese di consumo dei dimoranti temporanei (soggiorno inferiore ai 4 mesi).

Studenti, allievi e pazienti stranieri

Nel 2004, le entrate provenienti dal soggiorno in Svizzera di studenti e allievi stranieri sono ammontate a 822 milioni di franchi (+4,6%). Poco più della metà di tale somma (55%) è riconducibile agli allievi presso istituti privati, il restante 45% agli studenti presso gli atenei, i politecnici e le scuole universitarie professionali.

Nell'anno in rassegna, il numero degli studenti universitari stranieri è cresciuto mentre è diminuito lievemente quello degli allievi stranieri negli istituti privati.

Nel 2004, i pazienti stranieri, persone che si sono ammalate durante il loro soggiorno in Svizzera o che sono venute nel paese per sottoporsi a cure mediche, hanno usufruito di prestazioni ospedaliere per un totale di circa 1 miliardo di franchi (+5,5%).

Svizzeri in vacanza

Secondo le prime stime, nel 2004 gli svizzeri hanno speso complessivamente 10,9 miliardi di franchi (+8,7%) in viaggi all'estero di cui 9,4 miliardi per viaggi con pernottamenti (+9,6%), ossia per vacanze, viaggi d'affari o soggiorni di cura.

La forte crescita delle spese è dovuta principalmente all'aumento del numero di pernottamenti effettuati oltre confine. Tenendo conto dell'andamento dei prezzi e dei corsi delle divise, nel 2004 le spese degli svizzeri per viaggi all'estero senza pernottamenti sono ammontate a 1,5 miliardi di franchi (+3,8%).

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Nel 2004, i turisti stranieri hanno speso in Svizzera 12,9 miliardi di franchi, pari al 4,7% in più (579 milioni) rispetto al 2003
Gli svizzeri hanno speso 10,9 miliardi all’estero, ossia l’8,7% in più (878 milioni di franchi) rispetto al 2003
La bilancia turistica del 2004 registra un saldo attivo di 2 miliardi di franchi (300 milioni in più)

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo