Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Transazione miliardaria fra Nestlé e Novartis

Con l'acquisizione di Gerber, Nestlé rafforza ulteriormente il suo comparto di alimenti per neonati

La svizzera Nestlé, leader mondiale del settore dell'alimentazione, ha acquistato al gigante farmaceutico Novartis la sua filiale di alimenti per neonati Gerber per quasi 7 miliardi di franchi.

Con questa operazione Nestlé si issa al primo posto nel più grande mercato di alimenti per neonati, quello statunitense.

La Novartis vende la Gerber alla Nestlé: lo ha comunicato giovedì il gigante farmaceutico basilese, precisando che la filiale specializzata in alimenti per neonati è stata ceduta alla multinazionale di Vevey (nel canton Vaud) per 5,5 miliardi di dollari (6,7 miliardi di franchi).

Con questa transazione, la Novartis conclude il programma di cessioni volto a focalizzare le attività della multinazionale sulla salute, con al centro la farmacia, si spiega nella nota.

La acquisizione, che deve ancora essere approvata dalle autorità di sorveglianza, dovrebbe essere finalizzata entro la fine dell'anno.

"Questa transazione è una mossa azzeccata per Gerber, che entra a far parte di uno dei settori prioritari di una multinazionale leader nel mercato dell'alimentazione", sostiene in un comunicato Daniel Vasella, direttore esecutivo e presidente di Novartis.

Nessuna sorpresa

Con l'acquisizione della Gerber, la Nestlé Nutrition diventa leader mondiale del settore, rileva dal canto suo la multinazionale vodese. Quest'ultima conquista in particolare il primo posto di uno dei più importanti mercati degli alimenti per bebé al mondo, quello degli Stati Uniti.

Per la Gerber quest'anno sono previste vendite nette di 1,95 miliardi di dollari (2,38 miliardi di franchi). Oltre che negli Stati Uniti, questa marca è fortemente impiantata anche in Messico, Polonia e America centrale.

L'acquisto di Gerber da parte della Nestlé non è una sorpresa. Da anni la multinazionale vodese era interessata a questa transazione.

A metà dicembre Novartis aveva inoltre venduto il suo comparto di nutrizione clinica a Nestlé per 2,525 miliardi di dollari. L'operazione aveva permesso alla ditta con sede a Vevey di rafforzare ulteriormente la sua posizione nel settore alimentare.

swissinfo e agenzie

Nestlé

Il gruppo svizzero è numero uno mondiale dell'alimentazione, davanti a Unilever, Kraft e Danone.

Figura tra le prime 30 aziende mondiali, in termini di capitalizzazione.

Nestlé si concentra sempre più nei settori salute e benessere ed investe molto nella ricerca.

Il gruppo con sede a Vevey impiega circa 250'000 collaboratori in tutto il mondo.

Fine della finestrella

Novartis

Novartis nasce nel 1996 da una delle più grosse fusioni della storia industriale svizzera, quella fra i giganti della chimica basilese Ciba-Geigy e Sandoz.

Con sede a Basilea, Novartis è oggi uno dei leader mondiali del settore farmaceutico.

Novartis è il secondo produttore di vaccini antivirali negli Stati Uniti (Vaccini e Diagnostica).

La divisione Pharma ha registrato lo scorso anno una delle crescite più importanti del settore al mondo.

Il gruppo impiega oltre 98'000 persone in 140 Paesi.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.