Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Trasporti pubblici più efficienti fra Ticino e Lombardia

Fra qualche anno un nuovo collegamento ferroviario avvicinerà il Ticino alla Lombardia

(Keystone Archive)

Un importante progetto di servizio ferroviario regionale transfrontaliero sarà ultimato in Ticino entro il 2009.

Il treno si chiamerà "TILO" (Ticino-Lombardia) e migliorerà molto l'attuale offerta dei trasporti pubblici ticinesi.

L'hanno detto giovedì a Bellinzona Benedikt Weibel, presidente della direzione generale delle FFS, Patrizia Pesenti, presidente del governo ticinese e Marco Borradori, direttore del dipartimento del territorio.

Ticino-Lombardia

In mattinata si erano ritrovati per siglare la convenzione quadro S-Bahn" Ticino-Lombardia. "Si tratta di un importante passo avanti nel miglioramento del trasporto pubblico in Ticino" ha detto Benedikt Weibel.

Il PDG delle FFS si è rallegrato degli sforzi "intrapresi da qualche anno a questa parte dal cantone Ticino per rendere più attrattiva la rete ferroviaria regionale."

Risolvere un problema annoso

Stando alla presidente del governo ticinese Patrizia Pesenti, un progetto di questa portata era urgente in Ticino: "in questo cantone, esistono molti problemi di mobilità e le continue colonne di macchine lo dimostrano" ha detto la Pesenti. "Soltanto un quinto dei pendolari", ha aggiunto, "utilizza i mezzi pubblici per recarsi al lavoro."

Il Ticino è anche il cantone con il maggior numero di auto private: 590 ogni 1000 abitanti mentre la media svizzera è di 494: "andando avanti di questo passo" ha sottolineato la consigliera di stato ticinese, "di qua al 2020, il traffico privato in Ticino sarà aumentato del 20% per quanto concerne i veicoli leggeri e del 30% per i mezzi pesanti. Ci voleva quindi un ammodernamento delle infrastrutture ferroviarie."

Ogni mezz'ora un treno

Un ammodernamento decisivo lo porterà "TILO", il treno regionale e transfrontaliero. Il progetto prevede l'allacciamento diretto e rapido delle quattro principali città ticinesi e lo sviluppo frontaliero con i centri italiani di Como e Varese-Malpensa.

Per questo ultimo collegamento sarà costruita la nuova linea ferroviairia Stabio-Arcisate. Sarà introdotto l'orario candenzato ogni 30 minuti, verranno aperte tre nuove stazioni, ristrutturate altre e sarà messo in funzione del nuovo materiale rotabile.

I lavori saranno realizzati in tre tappe, ha precisato l'ingegner Riccardo De Gottardi, direttore della Divisione della pianificazione territoriale. La prima, entro 2005, prevede collegamenti diretti Zurigo/Basilea-Locarno, anziché Chiasso, a cadenza oraria; treni regionali ogni mezz'ora tra Bellinzona e Chiasso, treni regionali Bellinzona-Biasca ogni ora e il potenziamento della linea Bellinzona-Luino (I).

Varese, Malpensa e Como

La seconda tappa dovrà essere ultimata nel 2007 e mette l'accento sullo sviluppo transfrontaliero, stando alle indicazioni di Gianluca Cantarelli, responsabile regionale delle FFS per il Ticino.

In relazione alla nuova linea Stabio-Arcisate, saranno introdotti nuovi collegamenti, ogni trenta minuti, con Varese/Malpensa e Como.

Infine l'ultima tappa del progetto sarà conclusa di qua al 2009. Prevede un'estensione della linea Bellinzona-Locarno fino a Castione-Arbedo. Con la realizzazione della galleria di base del Gottardo, "TILO" potrà essere allacciata in modo dinamico alla rete ferroviaria nazionale ed internazionale, hanno indicato i firmatari della convenzione.

Marco Borradori, direttore del dipartimento del territorio, ha ricordato che in Ticino la prima legge sui trasporti pubblici risale al 1995 soltanto. "In sette anni si sono fatti molti progressi" ha detto l'On. Borradori.

"Bisogna infatti tener conto della particolare morfologia del Ticino, un cantone in cui le vallate laterali sono molto distanti dai centri urbani. Questa configurazione geografica non facilita i trasporti pubblici."

Gemma d'Urso,Bellinzona

Fatti e cifre

Solo un quinto dei pendolari usa i mezzi pubblici per andare al lavoro
In Ticino, su 1000 abitanti ci sono 590 auto private
In Svizzera, su 1000 abitanti ce ne sono 494
Verrà introdotto l'orario cadenzato ogni 30 minuti

Fine della finestrella

In breve

Il nuovo sistema ferroviario costerà circa 170 milioni di franchi di cui 120 per la sola costruzione della nuova linea, finanziata in maggior parte dallo stato italiano.

In territorio elvetico, gli investimenti andranno a carico delle FFS, della Confederazione e del Canton Ticino.

Fine della finestrella

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×