Prospettive svizzere in 10 lingue

Tunisia: fermate tre attiviste Femen a seno nudo, “free Amina”

(Keystone-ATS) Tre attiviste del gruppo Femen sono state fermate questa mattina davanti al tribunale di Tunisi dove manifestavano a seno nudo per chiedere la liberazione di Amina Tyler, la giovane tunisina arrestata il 19 maggio a Kairouan per aver scritto sul muro di un cimitero con uno spray. Lo ha constatato l’Afp sul posto. Due delle attiviste sarebbero francesi, la terza tedesca.

Le tre attiviste sono state portate all’interno del Tribunale per essere interrogate dopo la loro protesta, che era stata annunciata ad alcuni media.

Quando le tre donne si sono scoperte il seno, hanno esposto degli striscioni a favore di Amina che sono stati strappati da un giovane barbuto (probabilmente appartenente alla corrente salafita). Una donna ha quindi cercato di coprirle con un abito, mentre un’altra ha messo sui loro seni una cartellina di cartone. Davanti alla loro esibizione la folla che si è subito creata davanti al Palazzo di Giustizia si è divisa tra chi ha applaudito alla loro esibizione e chi, invece, ha cominciato ad insultarle.

La protesta si è conclusa nel giro di pochi minuti, quando cioè sono intervenuti alcuni poliziotti che hanno coperto in qualche modo le tre attiviste, portandole via.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR