Prospettive svizzere in 10 lingue

Turchia: scontri nella notte, rinviata apertura borsa

(Keystone-ATS) Tensione sempre alta in Turchia, dove nella notte ci sono stati nuovi scontri ad Ankara fra polizia e manifestanti, dopo che il premier Recep Tayyip Erdogan ha avvertito che la pazienza del governo “ha un limite”, ma anche che i mercati finanziari nazionali sono sotto l’attacco di speculatori.

Questa mattina, riferisce Hurriyet online, l’apertura della Borsa di Istanbul è stata rinviata, ufficialmente per motivi tecnici. Piazza affari aveva registrato un calo del 10% lunedì scorso. La settimana scorsa, secondo Hurriyet, la Borsa di Istanbul ha perso un miliardo di dollari.

Per la seconda notte consecutiva, dopo 48 ore di tregua, la polizia ha disperso con la forza a Kizilay, nel cuore di Ankara, circa 10mila manifestanti che si avvicinavano pacificamente agli uffici di Erdogan.

Ci sono stati feriti e arresti. Anche ieri decine di migliaia di persone si sono riunite a Istanbul, Ankara e in altre città del paese per chiedere le dimissioni del premier. Erdogan ha convocato due grandi manifestazioni di risposta dei militanti del suo partito islamico Akp sabato e domenica prossima a Ankara e Istanbul.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR