Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Giulia Brogini dirigerà da ottobre la segreteria della Commissione federale contro il razzismo (CFR). Lo ha comunicato oggi il Dipartimento federale dell'Interno, precisando che Brogini - di origini ticinesi - sostituirà Doris Angst, che andrà in pensione.

Nata nel 1970, Giulia Brogini è storica di formazione - dottorato di ricerca all'università di Berna nel 2002 - e dal 2010 è capo supplente della divisione Analisi del Servizio delle attività informative della Confederazione SIC.

Cresciuta all'estero, figlia dell'ex ambasciatore Paolo Brogini, Giulia Brogini ha già avuto modo di occuparsi di razzismo ed estremismo violento dapprima nell'ambito della sua attività di ricerca all'istituto di storia di Berna, poi, dal 2003, come analista dell'ex Servizio di analisi e prevenzione SAP del Dipartimento federale di giustizia e polizia.

Quale capo supplente della divisione Analisi del SAP è stata responsabile, dal 2009, anche per le analisi sull'estremismo violento.

SDA-ATS