Navigation

"Andrea" attraversa la Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 gennaio 2012 - 19:59
(Keystone-ATS)

La tempesta invernale "Andrea" ha raggiunto la Svizzera fin dalle prime ore del mattino. Forti venti, piogge intense e nevicate hanno bloccato vari impianti di risalita e provocato molte difficoltà agli atterraggi in particolare all'aeroporto Zurigo.

A nord delle Alpi le folate di vento più forti hanno toccato i 168 km/orari sul Pilatus (LU), i 156 km/h sullo Jungfraujoch e i 152 km/h a Les Diablerets. In pianura le raffiche hanno a volte superato i 100 km/h con picchi di 113 km/h ad Amsoldingen (BE), nei pressi di Thun, e a Marthalen (ZH), vicino a Sciaffusa, indica MeteoNews. Sono state registrate velocità di 91 km/h a Delémont, e di 83 km/h e Neuchâtel e Berna.

Molti impianti di risalita, così come linee ferroviarie e funivie, sono stati chiusi per ragioni di sicurezza, soprattutto nel canton Berna. Nel pomeriggio ha chiuso i battenti anche lo zoo "lange Erlen" di Basilea, poiché situato in una zona boscosa. Le cadute di rami hanno provocato pure alcune interruzioni elettriche.

All'aeroporto di Zurigo sono stati annullati almeno 49 voli, perlopiù diretti verso il Nordeuropa. Altri 19 apparecchi non sono riusciti ad atterrare e sono stati dirottati verso altri scali. Un A380 della Singapore Airlines ha "trovato rifugio" a Monaco di Baviera. Praticamente nessun inconveniente, invece, a Ginevra, dove si segnalano solo lievi ritardi per i volti provenienti dal Nord.

La tempesta ha portato con sé anche molte precipitazioni. L'Ufficio federale dell'ambiente ha segnalato un allarme "moderato" per il livello dell'Aar a valle del lago di Bienne.

In serata la tempesta ha reso difficoltosa la circolazione per i treni al tunnel del San Gottardo e in Vallese. Tra Briga e Losanna un interregio su due è soppresso e i treni a lunga percorrenza possono avere ritardi fino a mezz'ora.

Al San Gottardo un albero caduto su un treno provoca ritardi che possono raggiungere la mezz'ora, precisano le Ferrovie federali svizzere (FFS). Non si ci sono stati feriti.

Ritardi tra i 15 e i 60 minuti sono segnalati anche per i traffico regionale nella valle del Rodano, ha indicato all'ats un portavoce delle FFS. Per i passeggeri provenienti o diretti nella Svizzera tedesca occorre tener conto di ritardi a partire da Visp.

Intanto MeteoMedia ha comunicato di aver misurato raffiche di vento di 270 km/h al rifugio Concordia, presso il ghiacciaio dell'Aletsch (VS) a 2850 m di altitudine poco prima delle 17.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?