Navigation

"Asfaltopoli" argoviese, quasi 7 milioni multa

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 giugno 2011 - 10:05
(Keystone-ATS)

Sette milioni di franchi circa è l'ammenda richiesta oggi dalla Segreteria della Commissione della concorrenza (COMCO) nei confronti di imprese attive nelle costruzioni stradali e del genio civile nel Canton Argovia per violazione della Legge sui cartelli. Un'indagine analoga per il canton Zurigo non è ancora conclusa, indica una nota odierna della COMCO.

La proposta contro le aziende argoviesi giunge al termine di un'indagine avviata nel giugno del 2009. Nel corso dell'inchiesta, specifica il comunicato, "gli indizi hanno confermato che le imprese coinvolte hanno concluso accordi sui prezzi delle offerte e sull'assegnazione dei clienti sia nell'ambito di concorsi di appalto pubblici che privati".

Per la Segreteria, simili intese sono illecite e vanno sanzionate. Da qui la proposta alla COMCO di infliggere multe che vanno da un minimo di 5 mila franchi e un massimo di circa 2,3 milioni. Tali cifre sono state calcolate in base del fatturato delle società e in base alla gravità delle violazioni del diritto sulla concorrenza.

Le ditte potranno ancora esprimersi sulla posizione della Segreteria. La COMCO prenderà la sua decisione dopo eventuali audizioni delle parti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.