Navigation

"Baby Doc" intende ricorrere contro confisca dei beni

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 maggio 2011 - 10:30
(Keystone-ATS)

L'ex presidente haitiano Jean-Claude Duvalier intende ricorrere alla Corte europea dei diritti dell'uomo contro la decisione del governo svizzero di confiscare i conti bancari dell'ex dittatore. Lo ha indicato all'agenzia AFP una fonte vicina a "Baby Doc" che ha chiesto di non venir citata, parlando nella capitale haitiana.

Il Dipartimento federale delle finanze proprio ieri ha annunciato di aver avviato una procedura di confisca degli averi di Duvalier, ritornato sull'isola caraibica dopo un esilio in Francia durato 25 anni. L'ammontare della somma confiscata è di circa 6 milioni di franchi. "Non è denaro di Jean-Claude Duvalier, ma di sua madre deceduta; oltre l'80% è frutto di interessi in quanto la somma è stata depositata 50 anni or sono", ha aggiunto la fonte.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?