Navigation

"Basler Zeitung": caporedattore prevede taglio impieghi

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 novembre 2010 - 18:35
(Keystone-ATS)

BASILEA - Tagli occupazionali in vista alla "Basler Zeitung": secondo il nuovo capo redattore Markus Somm la situazione economica del giornale, appena passato di proprietà, è tale che un intervento sull'organico appare inevitabile.
"È noto che la società editrice ha problemi. Dovremo ridurre i costi", spiega l'ex giornalista della "Weltwoche" in un'intervista che sarà pubblicata lunedì dalla "Schweizer Illustrierte" e di cui è stata diffusa oggi un'anticipazione. "Prevedo che dovremo ridurre il personale. Non vi è ancora nulla di deciso, ma credo che sia chiaro che anche la redazione dovrà fornire il suo contributo all'abbassamento dei costi".
Per sé stesso Somm ha però previsioni più rosee. "Rimarrò sicuramente per alcuni anni caporedattore del giornale. Mi piace e ho avuto un buon inizio". Somm non crede che la redazione voglia liberarsi di lui.
La BaZ è al centro da settimane dell'interesse degli osservatori della scena mediatica elvetica. Negli scorsi giorni Tito Tettamanti e Martin Wagner - proprietari per dieci mesi della società editoriale Basler Zeitung Medien (BZM) - hanno venduto il gruppo al fondatore di Crossair Moritz Suter.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.