Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

"Prix Courage" ad anestesista licenziata dopo maternità

Natalie Urwyler ha ricevuto il Prix Courage 2018.

Keystone/Christian Schnur

(sda-ats)

Natalie Urwyler, medico 44enne di Briga (VS), ha ricevuto questa sera il "Prix Courage" 2018. Licenziata dall'Inselspital di Berna in seguito a una maternità, la dottoressa è la prima donna ad aver vinto una causa per violazione della legge sulla parità dei sessi.

Il riconoscimento, assegnato dalla rivista "Beobachter", è dotato di 15'000 franchi. Alla cerimonia di premiazione, tenuta a Zurigo davanti 150 invitati, la presidente della giuria ed ex consigliera di Stato argoviese Susanne Hochuli (Verdi), ha sottolineato "il coraggio morale" della premiata, che da anni "si impegna per la parità di trattamento delle donne negli ospedali".

Natalie Urwyler è medico e mamma, scrivono gli organizzatori del premio in una nota. Per 11 anni ha lavorato all'Inselspital come anestesista. Nel giugno 2014, dopo la nascita di una bambina, viene licenziata a causa di quello che i suoi superiori definiscono un "rapporto di fiducia completamente compromesso". In effetti - sottolineano i responsabili del premio - la dottoressa Urwyler aveva criticato, già prima di diventare mamma, l'inadeguata protezione garantita alle donne che lavorano all'Inselspital in caso di gravidanza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.