Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Anche il "Tages Anzeiger" ha introdotto un sistema a pagamento per consultare gli articoli su internet: da oggi chi legge più di 20 articoli in un mese deve pagare. Il sistema, chiamato "paywall", è analogo a quello introdotto un anno e mezzo fa dalla "Neue Zürcher Zeitung".

Superata la soglia dei 20 articoli, i lettori dovranno concludere un abbonamento digitale per continuare la lettura. Chi è già abbonato all'edizione cartacea può continuare a leggere anche su internet tutti gli articoli utilizzando i suoi dati.

Nel corso dei prossimi sei mesi, il gruppo mediatico zurighese intende estendere progressivamente la "paywall" anche ad altre sue testate: la prima sarà "Der Bund", seguita dalla "Berner Zeitung" e dai romandi "Le Matin", "Tribune de Genève" e "24 heures", ha detto all'ats il portavoce di Tamedia Christoph Zimmer.

SDA-ATS