Cento anni fa Joseph Pulitzer, con il suo testamento, certificava la precedente donazione di 1'000'000 di dollari alla Columbia University per la creazione di una scuola di giornalismo e un premio, il Pulitzer, conferito per la prima volta nel 1917.

Da allora la maggiore onorificenza per il giornalismo e la letteratura è gestita dalla prestigiosa università di New York, che la assegna annualmente nel mese di aprile a 21 categorie diverse di iscritti, dalla fiction alla cronaca passando per la musica (nel 2008 a essere incoronato fu Bob Dylan, per l'"impatto sulla cultura e sulla musica pop statunitense, segnato da composizioni liriche di straordinaria forza poetica").

Nel corso degli anni il premio è cambiato, adeguandosi ai tempi: nel 2010 per la prima volta nella sua storia è stato assegnato a un sito internet, Propublica.org. A ricevere i primi premi Pulitzer nel 1917 sono stati Herbert Bayard Swope, giornalista di "New York World", per la serie di articoli dal titolo "Inside the German Empire" ("Dentro l'impero tedesco"), e J.J. Jusserand per il suo lavoro "storico" in "With Americans of Past and Present Days".

Pulitzer, nato in Ungheria il 10 aprile 1847 (e morto nel 1911), era un fanatico-appassionato di giornalismo: dopo aver tentato la carriera militare con scarso successo a causa di problemi di salute, iniziò la sua attività giornalistica in modo inconsueto, davanti a un tavolo da gioco per scacchi. Osservando la partita, Pulitzer criticò una delle mosse e i giocatori, affascinati dal coraggio del ragazzo nel muovere l'osservazione, lo invitarono a partecipare successivamente a una conversazione. I due giocatori erano gli editori di un quotidiano in lingua tedesca e gli offrirono, dopo essersi intrattenuti con lui un po' di tempo, subito un posto di lavoro.

Da lì la sua ascesa è stata inarrestabile, fino all'acquisto di "The New York World", che in seguito - sotto la sua guida - cambiò nome in "The World". Al suo portafoglio, Pulitzer aggiunse anche il St. "Louis Post-Dispatch": le due pubblicazioni rivoluzionarono l'industria dei quotidiani e la formazione dei giornalisti.

Pulitzer fu il primo a proporre che i giornalisti dovessero avere una preparazione di livello universitario in scuole di giornalismo. La scuola di giornalismo della Columbia è stata fondata nel 1912, l'anno successivo alla sua morte, grazie alle donazioni di Pulitzer.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.