Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È orgogliosa della Ferrovia retica (RhB) la consigliera federale Doris Leuthard, che ha tenuto un discorso oggi a Landquart (GR) in occasione del 125esimo anniversario della più grande ferrovia alpina svizzera. "La RhB collega le persone attraverso 114 gallerie e oltre 582 ponti e rende possibile in una zona di montagna il commercio e lo sviluppo economico", ha affermato la ministra dei trasporti.

Un viaggio con il celebre trenino rosso è anche cultura, storia e spettacolare natura, ha spiegato Leuthard a ospiti del mondo politico ed economico. La Ferrovia retica stessa è un richiamo per molti turisti, affascinati dalla perizia tecnica e dai paesaggi attraversati.

La RhB fu creata nel 1889 - allora si chiamava Schmalspurbahn Landquart–Davos - con l'inaugurazione della tratta Landquart-Klosters e si sviluppò poi gradualmente sino a gestire gli attuali 384 km di binari a scartamento ridotto. L'azienda impiega oggi più di 1'400 persone e trasporta ogni anno oltre 10 milioni di passeggeri, 600'000 tonnellate di merci e 470'000 veicoli a motore.

Le linee Albula e Bernina sono state dichiarate patrimonio dell'UNESCO nel 2008 grazie al loro percorso spettacolare costellato di capolavori tecnici.

SDA-ATS