Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ISLAMABAD - Nei primi sei mesi dell'anno nella città portuale pachistana di Karachi sono avvenuti 260 omicidi "mirati" contro politici e esponenti di partiti. Sono i dati pubblicati oggi dalla Commissione pachistana per i Diritti Umani (Hrcp) in un rapporto sull'impennata della violenza nella più grande metropoli pachistana.
Nello stesso periodo dello scorso anno, le uccisioni furono 156. Gli autori del rapporto accusano le autorità locali di essere incapaci di garantire l'ordine e la sicurezza dei cittadini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS