Misure di prevenzione contro il suicidio di giovani LGBT e obbligo alle imprese con più di mille dipendenti di ridurre del 15% gli imballaggi dei rispettivi prodotti.

Sono queste le principali rivendicazioni contenute in petizioni approvate oggi nel corso dell'assemblea plenaria della Sessione federale dei giovani a Berna.

Le petizioni sono state consegnate al presidente del Consiglio nazionale, Dominique de Buman (PPD/FR), indica una nota odierna degli organizzatori.

La kermesse è durata quattro giorni. L'Assemblea plenaria tenutasi nella sala del Nazionale è stata aperta ufficialmente ieri dal consigliere federale Ignazio Cassis, che nel suo discorso ha ribadito l'importanza delle diversità linguistica in Svizzera e della cultura del dibattito, vera linfa della democrazia.

La Sessione federale dei giovani si tiene dal 1991. Vi partecipano 200 tra ragazze e ragazzi di età compresa fra i 14 e i 21 anni. Suddivisi in undici gruppi di lavoro, i giovani hanno affrontato quest'anno tematiche molto diverse tra loro: le norme che le aziende svizzere devono adottare all'estero, l'obbligo o meno di effettuare il servizio militare, le misure per proteggere i giovani LGBT, gli incentivi per spingere i negozi a limitare gli imballaggi.

Esperti della Confederazione e di diverse organizzazioni si sono messi a disposizione per fornire consigli. Anche parlamentari di tutti i partiti hanno partecipato e fornito aiuto.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.