Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dylann Roof, il ragazzo accusato di aver ucciso 9 persone il 17 giugno in una chiesa frequentata dalla comunità afroamericana a Charleston, in South Carolina, è stato incriminato da un Gran giurì federale con 33 capi d'accusa, tra cui 'crimine d'odiò razziale.

Lo ha reso noto il ministro della giustizia Usa, Loretta Lynch. Roof, che ha 21 anni, è già stato incriminato dai procuratori della South Carolina per numerosi capi d'accusa, tra cui nove per omicidi. Rischia la condanna a morte

I procuratori della South Carolina non hanno rivelato se cercheranno di ottenere una condanna alla pena capitale. Allo stesso modo, il ministro della giustizia ha affermato che a livello federale una decisione in merito non è stata ancora presa. Le incriminazioni federali erano ampiamente attese, in particolare perchè la legge della South Carolina non prevede il reato di odio razziale e secondo diverse fonti il Dipartimento di giustizia ha ritenuto che la sola incriminazione per omicidio multiplo avrebbe quindi di fatto trascurato un elemento fondamentale della strage

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS