Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio federale ha approvato il messaggio sulla cultura per il periodo 2012-2015, proponendo un credito di 637,9 milioni di franchi. I due temi prioritari saranno le "tradizioni viventi" e "la cultura digitale". Definite anche i nuovi ruoli dell'Ufficio federale della cultura (UFC), di Pro Helvetia, della Biblioteca nazionale svizzera (BN) e del Museo nazionale svizzero (MSN).

Uno degli scopi del governo sarà di intensificare la cooperazione con i Cantoni e le città in modo da arrivare ad un dialogo culturale nazionale che permetta un miglioramento nello scambio di informazioni. Altri obiettivi fondamentali saranno la gestione della diversità culturale, il miglioramento dell'accesso alla cultura, l'incentivazione di scambi culturali e il rafforzamento della cooperazione.

Nel prossimo quadriennio l'UFC cambierà le sue mansioni: in particolare cederà a Pro Helvetia i compiti di promozione delle nuove leve mentre riprenderà dalla stessa l'organizzazione di Swiss Films. Fra le nuove priorità ci sarà il sostegno alla formazione musicale. Pro Helvetia da parte sua si occuperà di selezionare il contributo svizzero alle biennali di arte e architettura oltre che di supportare la presenza delle case editrici svizzere nelle fiere internazionali del libro. Fra gli obiettivi il rafforzamento delle relazioni con la Russia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS