Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Anche gli spacciatori, a quanto pare, si preparano all'Expo, come dimostra un ritrovamento del commissariato di Sesto San Giovanni (Milano) di una pressa per il confezionamento dei panetti di hashish con il logo dell'Esposizione universale.

L'applicazione di logo e simboli impressi sui panetti è un'usanza molto comune nel mondo del traffico di droga, ed è nata per rendere riconoscibili le partite di stupefacente.

Titolare del deposito era un membro del direttivo della curva sud del Milan, pluripregiudicato per rapine e furti e con un cumulo pene di 30 anni. Nello stesso box gli agenti hanno trovato 21 chili di hashish, 800 grammi di cocaina pura (con relativo materiale per il taglio), 13 pistole, una mitraglietta Skorpion, un giubbotto antiproiettile e chiodi a 5 punte.

Le indagini sono partite per caso circa un mese fa, quando un poliziotto libero dal servizio ha sentito all'interno di un palazzo un forte odore di hashish. La scia lo ha portato davanti a un box e sbirciando all'interno da una fessura ha visto un bancone con materiale per il confezionamento dei panetti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS