Navigation

A una settimana da midterm repubblicani in vantaggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2014 - 15:25
(Keystone-ATS)

A una settimana dalle elezioni di midterm negli Stati Uniti, la sfida è serrata tra repubblicani e democratici, e l'ago della bilancia potrebbe essere l'insoddisfazione dei cittadini nei confronti del presidente Barack Obama. Un sondaggio di Nbc e Marist indica che il Grand Old Party è favorito per conquistare il Senato. Stessa indicazione da una proiezione di Abc e Washington Post, secondo cui sei americani su dieci non si fidano del governo

Secondo il sondaggio di Nbc e Marist, realizzato in sei Stati Usa (Arkansas, Colorado, Iowa, Kansas, Nord Carolina e Sud Dakota), i repubblicani hanno l'opportunità di conquistare i sei seggi necessari per ottenere il potere in Senato. In Arkansas, Colorado e Iowa, i candidati Gop sono leggermente in vantaggio, in Nord Carolina i due contendenti sono alla pari e in Sud Dakota il repubblicano Mike Rounds ha un vantaggio a doppia cifra sul rivale democratico Rick Weiland. Abc e Washington Post affermano che è il malcontento dei cittadini Usa a guidare l'andamento delle elezioni, nel corso delle quali i candidati e sostenitori hanno speso un quantitativo di denaro senza precedenti. Anche un sondaggio di Cnn e Orc International afferma che l'irritazione degli americani influisce sul voto: secondo la proiezione, sette cittadini Usa su dieci sono 'arrabbiatì per il modo in cui il Paese è guidato, e il 53% disapprova l'operato del presidente Obama. Due segnali preoccupanti per i democratici - secondo la Cnn - a sette giorni dalla tornata elettorale di medio termine.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?