Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il municipio di Aarburg - cittadina argoviese di 7'300 abitanti situata tre chilometri a sud di Olten (SO) - si oppone all'apertura di un nuovo centro cantonale per i richiedenti l'asilo che da inizio maggio dovrebbe ospitare fino a 90 persone, in particolare famiglie.

I piani per la struttura d'accoglienza sono stati resi pubblici oggi dallo stesso esecutivo comunale, che in una nota esprime la sua "assoluta incomprensione". Per realizzare il centro - si legge nel comunicato - i servizi sociali del Cantone hanno preso in affitto due palazzine, senza informare le autorità comunali.

Il municipio si dice convinto che Aarburg già faccia la sua parte in materia di asilo: con il nuovo centro il numero di richiedenti ospitati sul suo territorio salirebbe a oltre 120 persone. Il comune ha inoltre un tasso popolazione residente straniera che già raggiunge il 42%.

I due edifici abitativi saranno utilizzati a tempo indeterminato, ha detto da parte sua all'ats Balz Bruder, portavoce del Dipartimento cantonale della sanità e del sociale (DGS). Si tratta di strutture "particolarmente idonee" e il dipartimento non prevede che il loro nuovo utilizzo causerà "difficoltà straordinarie", ha aggiunto il portavoce.

Oltre al centro di Aarburg, il canton Argovia prevede di aprire altri due centri più piccoli, che potranno ospitare ognuno fino a 30 richiedenti l'asilo.

Il governo argoviese aveva annunciato lo scorso mese di febbraio l'intenzione di realizzare alcune nuove strutture decentralizzate, per un totale di 100-150 richiedenti l'asilo. Il Cantone dispone attualmente di 60 alloggi, per un totale di 1450 posti disponibili, che registrano il tutto esaurito.

SDA-ATS