Tutte le notizie in breve

Dopo lo scandalo sulle malversazioni cadono teste importanti presso la filiale di ABB in Corea del Sud.

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

Dopo lo scandalo sulle malversazioni cadono teste importanti presso la filiale di ABB in Corea del Sud: il gruppo elettrotecnico ha licenziato il numero uno del Paese e il responsabile delle finanze, ha indicato la Reuters facendo riferimento a un portavoce aziendale.

I due sono stati sostituti con effetto immediato da altri manager. L'azienda è giunta alla conclusione che i controlli interni sono stati insufficienti.

Alla fine di febbraio ABB aveva annunciato un danno di circa 100 milioni di dollari causato dal tesoriere della filiale sudcoreana: l'uomo era improvvisamente scomparso e solo allora era emerso il buco. Due settimane or sono il gruppo ha fatto sapere che il danno per l'azienda è quantificato in 73 milioni: circa 30 milioni sono infatti coperti da prestazioni assicurative.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve