Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo lo scandalo sulle malversazioni cadono teste importanti presso la filiale di ABB in Corea del Sud.

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

Dopo lo scandalo sulle malversazioni cadono teste importanti presso la filiale di ABB in Corea del Sud: il gruppo elettrotecnico ha licenziato il numero uno del Paese e il responsabile delle finanze, ha indicato la Reuters facendo riferimento a un portavoce aziendale.

I due sono stati sostituti con effetto immediato da altri manager. L'azienda è giunta alla conclusione che i controlli interni sono stati insufficienti.

Alla fine di febbraio ABB aveva annunciato un danno di circa 100 milioni di dollari causato dal tesoriere della filiale sudcoreana: l'uomo era improvvisamente scomparso e solo allora era emerso il buco. Due settimane or sono il gruppo ha fatto sapere che il danno per l'azienda è quantificato in 73 milioni: circa 30 milioni sono infatti coperti da prestazioni assicurative.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS