Navigation

Abolizione vignetta bici: USTRA lancia campagna informazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 febbraio 2012 - 17:45
(Keystone-ATS)

La vignetta per le biciclette è stata abolita a inizio 2012 e con lei anche la copertura assicurativa in caso di incidenti. L'Ufficio federale delle strade (USTRA) ha lanciato oggi una campagna per ricordare che d'ora in poi i danni causati da ciclisti a terzi saranno coperti solo se i ciclisti dispongono di una assicurazione di responsabilità civile privata.

Con la sua azione informativa - disponibile sul sito www.vignetta-bici-addio.ch, su volantini negli uffici postali, nelle cancellerie comunali e presso i rivenditori specializzati - l'USTRA intende richiamare l'attenzione sul vuoto assicurativo che potrebbe venire a crearsi.

L'abolizione del contrassegno è stata decisa dal parlamento nel 2010. La modifica legislativa è entrata in vigore all'inizio di quest'anno, spiega l'USTRA, anche se la vignetta del 2011 (compresa la copertura assicurativa) resterà valida fino al 31 maggio.

La nuova regolamentazione si applica anche alle biciclette elettriche con velocità massima di 25 km/h e alle sedie a rotelle con motore elettrico che non superano i 10 km/h. Il contrassegno resta invece obbligatorio per tutti i veicoli a motore a due ruote, in particolare i ciclomotori e le biciclette elettriche che superano i 25 km/h.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?