Navigation

Aborto: legge Oklahoma metterà online dati donne

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 ottobre 2009 - 22:01
(Keystone-ATS)

WASHINGTON - Una nuova legge in Oklahoma che obbliga le donne che abortiscono a pubblicare su Internet numerosi dati personali sta provocando polemiche perché è interpretata come un tentativo per dissuadere le donne dalla interruzione della gravidanza.
La legge, che scatterà il primo novembre, chiede ai medici di fornire al Dipartimento della Salute una serie di dati personali delle donne che abortiscono: data dell'intervento, contea, età e razza della donna, anni di studio, numero gravidanze precedenti, status coniugale.
I dati sono presi da un formulario stampato dal Dipartimento della Salute dell'Oklahoma che tutte le donne che vogliono interrompere la gravidanza devono compilare.
In teoria i dati sono anonimi perché su Internet non viene identificata la persona che ha abortito. I dati servirebbero solo a compilare statistiche generali.
Ma alcuni gruppi pro-scelta hanno avviato una azione legale per bloccare la applicazione della legge sottolineando che in comunità piccole le informazioni del questionario destinate a finire online sono sufficienti a identificare la donna che ha dovuto abortire.
Questi gruppi sostengono che la legge mira solo a dissuadere le donne dall'abortire annullando il loro diritto alla privacy e violando quindi la Costituzione dell'Oklahoma.

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?

Non è stato possibile registrare l'abbonamento. Si prega di riprovare.
Hai quasi finito… Dobbiamo verificare il tuo indirizzo e-mail. Per completare la sottoscrizione, apri il link indicato nell'e-mail che ti è appena stata inviata.

Scoprite ogni settimana i nostri servizi più interessanti.

Iscrivitevi ora per ricevere gratuitamente i nostri migliori articoli nella vostra casella di posta elettronica.

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.