Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il museo Louvre di Abu Dhabi (foto d'archivio)

Keystone/EPA/MAHMOUD KHALED

(sda-ats)

Gli Emirati Arabi Uniti hanno giustificato l'arresto di due giornalisti della televisione romanda RTS, giunti nel paese per seguire l'inaugurazione del museo Louvre di Abu Dhabi.

Serge Enderlin e il cameraman Jon Bjorgvinsson, secondo la RTS, sono stati fermati giovedì scorso mentre filmavano un mercato. Sono stati in seguito sottoposti a diversi interrogatori, alcuni della durata di oltre nove ore consecutive. Tutto il materiale in loro possesso - incluse telecamere e computer - è stato sequestrato.

Oggi l'autorità di sorveglianza degli Emirati National Media Council (NMC) ha indicato che rispetta la libertà di informazione, precisando però che tale attività deve essere svolta "conformemente alle leggi e ai regolamenti in vigore". I due giornalisti avevano ottenuto un permesso per filmare il museo. La polizia li ha arrestati mentre entravano "senza autorizzazione" nell'area di sicurezza di Moussaffah. Sono stati portati a un posto di polizia, interrogati e in seguito rilasciati, afferma NMC.

I due giornalisti, trattenuti per oltre 50 ore, sono rientrati in Svizzera domenica. Ieri l'organizzazione Reporter senza Frontiere ha condannato il trattamento "sproporzionato" loro riservato . La RTS ha intanto chiesto la restituzione del materiale confiscato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS