Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Abu Mazen, coloni responsabili morte donna palestinese

Il presidente Abu Mazen ha incolpato "i coloni, sotto la protezione dell'esercito israeliano", per la morte della donna palestinese uccisa venerdì.

KEYSTONE/EPA/ALAA BADARNEH

(sda-ats)

Il presidente Abu Mazen ha incolpato "i coloni, sotto la protezione dell'esercito israeliano", per la morte della donna palestinese Aisha Al-Rabi (47 anni), uccisa venerdì notte da un lancio di pietre contro la sua auto allo Snodo di Tapuach, in Cisgiordania.

Nell'episodio è rimasto ferito anche il marito. "Un crimine particolarmente odioso - ha continuato Abu Mazen - che non deve essere lasciato passare".

L'inviato dell'Onu per il processo di pace Nickolay Mladenov ha condannato "l'attacco di venerdì scorso in cui una donna palestinese, Aisha Al-Rabi,madre di otto figli, è stata uccisa e suo marito ferito da pietre lanciate presumibilmente da assalitori israeliani".

"Ho preso nota che è stata aperta un'indagine e faccio appello alle autorità israeliane di assicurare che i responsabili siano prontamente consegnati alla giustizia. Questi attacchi - ha proseguito - hanno come obiettivo di trascinare ognuno in un ciclo di violenza che mina ancora di più le prospettive di pace tra Palestinesi ed Israeliani".

Sulla vicenda stanno indagando sia lo Shin Bet, la sicurezza interna di Israele, sia la polizia.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.