Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN), l'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG) e la Segreteria di Stato dell'economia (SECO) sono gli enti amministrativi che hanno i maggiori problemi con il principio di trasparenza dell'informazione.

È quanto emerge da un'analisi dei richiami all'ordine emessi dall'Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza (IFPDT). Tra il 2006 e il 2015, "Mister dati" ha emanato 200 raccomandazioni nel quadro delle procedure di conciliazione. Stando a un resoconto pubblicato oggi sul sito internet Öffentlichkeitsgesetz.ch e sul domenicale SonntagsZeitung, di cui l'ats a preso conoscenza, L'IFSN ha ricevuto nove ammonimenti, l'UFAG otto e la SECO sette.

Un esempio: un giornalista del St. Galler Tagblatt ha ottenuto solo in seguito all'intervento dell'incaricato alla protezione dei dati informazioni dalla SECO relative ai Paesi d'esportazione di materiale di sorveglianza, tra questi il Turkmenistan. La Segreteria di Stato all'economia si è difesa sostenendo che la pubblicazione delle nazioni di destinazione può compromettere i rapporti diplomatici della Svizzera.

In generale l'IFPDT critica la regolamentazione delle spese. Se nel 97% delle richieste non viene versato alcun contributo, vi sono singoli casi che costano migliaia di franchi. Secondo la SonntagsZeitung un privato ha dovuto versare quasi 8000 franchi per documenti dell'Ufficio federale dell'armamento (armasuisse) relativi agli autocarri fuoristrada leggeri "4×4 Duro".

"Mister dati" raccomanda dunque una revisione della regolamentazione degli importi: o aumentando nettamente la franchigia (circa da 100 a 750 franchi), oppure rendendo gratuito l'accesso a documenti ufficiali.

La carica di Preposto alla protezione dei dati è stata occupata fino alla fine 2015 da Hanspeter Thür, che ha lasciato dopo 15 anni di attività. Il suo successore proposto dal Consiglio federale, il vice direttore dell'Ufficio federale di polizia (fedpol) Adrian Lobsiger, deve essere confermato questa settimana dall'Assemblea federale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS