Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Associazione svizzera dei banchieri (ASB) ritiene che il programma concordato con Washington per risolvere la vertenza fiscale con gli USA avrà pesanti conseguenze per le banche in Svizzera. Essa giudica in particolare che le multe comminate siano "al limite dell'accettabile sul piano giuridico e del sopportabile sul piano economico".

In una nota diramata stamane l'ASB si mostra rassegnata ad accettare "la sola soluzione in grado di risolvere definitivamente i problemi giuridici con gli Stati Uniti". Si rallegra inoltre del fatto che i dipendenti delle banche siano meglio protetti.

Il Partito borghese democratico (PBD) si felicita con la sua consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf per il successo ottenuto nella trattativa con gli Stati Uniti sulla fiscalità, grazie "a un enorme impegno e grande abilità negoziale". La soluzione adottata "permette alle banche di risolvere i problemi del passato in un quadro chiaramente definito", scrive il partito in un comunicato. Solo qualche giorno fa un'intesa con gli USA sembrava votata al fallimento, aggiunge il PBD.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS