Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro degli esteri tedesco Guido Westerwelle esorta l'opposizione rosso-verde alla ragionevolezza e ad approvare l'accordo fiscale firmato da Berlino con la Svizzera, lasciando in diparte la politica di partito. Il trattato ha chiari vantaggi per entrambi i paesi, afferma in una intervista pubblicata oggi dalla "Neue Zürcher Zeitung".

"L'onestà fiscale migliorerà. La cooperazione internazionale fra autorità migliorerà. Rifluiranno presumibilmente miliardi nelle casse dello Stato, in particolare quelle dei Länder tedeschi", afferma il ministro liberale-democratico.

Westerwelle aggiunge di non potersi immaginare che politici tedeschi dell'opposizione possano rinunciare a così tanti miliardi solo per guadagnare qualche punto nella politica interna. "Con questo denaro si potrebbe far tanto per la formazione dei giovani e per le famiglie", prosegue il ministro.

I partiti di sinistra hanno la maggioranza nel Bundesrat, la camera dei Länder tedesca, dove intendono rifiutare la ratifica dell'accordo con la Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS