Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera si congratula per l'intesa tra i Paesi del 5+1 (Usa, Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna, oltre alla Germania) e l'Iran sul programma nucleare di Teheran raggiunta ieri a Losanna.

"Si tratta di un passo importante verso una maggiore sicurezza nel mondo, che è una delle priorità della politica estera svizzera", ha indicato il capo della diplomazia elvetica Didier Burkhalter, citato in una nota diffusa ieri sera dal Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

"Qualsiasi azione che contribuisca a ridurre le tensioni nel mondo è la benvenuta. L'intesa raggiunta dai ministri riuniti a Losanna rappresenta un passo in questa direzione. La sua attuazione potrebbe avere una portata storica. Si tratta di una buona notizia per questa regione del mondo e per la promozione della pace", ha sostenuto, aggiungendo che "i negoziati in Svizzera mostrano che è possibile, anche in questi tempi di tensioni, trovare soluzioni comuni e gettare ponti tra posizioni in apparenza almeno molto lontane".L'accordo è stato annunciato a Losanna dal ministro degli esteri iraniano Mohammad Javad Zarif e dall'Alto rappresentante dell'Unione Europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza Federica Mogherini, in presenza dei ministri degli esteri di Francia, Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti e dei viceministri degli esteri cinese e russo.Un lavoro importante resta da fare. La Svizzera continuerà ad appoggiare gli sforzi diplomatici e, nel quadro della sua politica dei buoni uffici, dichiara la propria disponibilità a ospitare le future tappe del processo verso un accordo globale e a sostenerne l'attuazione, scrive il DFAE.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS