Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Fiato sospeso a Losanna per quelle che dovrebbero essere davvero le ultime ore per raggiungere un accordo storico sul programma nucleare iraniano. Ore decisive vissute con tanta speranza ma anche - come affermano i protagonisti - in un clima di grande confusione.

Nella notte, passata la fatidica scadenza del 31 marzo, i negoziati ufficiali sono stati sospesi e riprenderanno nelle prime ore di stamattina. Non si dovrebbe andare oltre la giornata di oggi, come hanno sottolineato gli Stati Uniti. Dunque, siamo entrati nella fase davvero decisiva: o si chiude o si rischia di far saltare il tavolo.

Nonostante i progressi fatti negli ultimi giorni, i rappresentanti delle grandi potenze mondiali e quelli dell'Iran non sono stati ancora in grado di raggiungere quell'intesa preliminare che dovrebbe poi portare all'accordo definitivo entro il prossimo mese di giugno.

Il più ottimista, alla sospensione di lavori, è stato il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, per il quale sarebbe stata raggiunta un'intesa "su tutti i punti chiave" sul tavolo. Intesa che ora deve essere messa nero su bianco in una bozza a cui, ha spiegato Lavrov, i tecnici stanno già lavorando.

Anche il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif spera che si sia entrati davvero nella fase finale, quella in cui si possa finalizzare l'accordo. Mentre il presidente americano Barack Obama ha riunito il team sulla sicurezza nazionale e dalla Situation Room della Casa Bianca si è collegato in videoconferenza con Losanna, per fare il punto con il segretario di Stato americano John Kerry e con i negoziatori Usa.

I due nodi che non si è riusciti a sciogliere entro la deadline della mezzanotte del 31 marzo sono quelli che tengono i negoziatori impegnati da giorni: il timing per ritirare le sanzioni della comunità internazionale verso l'Iran - subito o gradualmente, e con quale gradualità - e quale tipo di attività nucleare consentire alle autorità di Teheran negli anni finali dell'accordo. Attività che per le potenze occidentali non dovrebbero consentire in alcun modo all'Iran di costruire la sua bomba atomica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS