Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il nuovo accordo fra Svizzera e Germania sui sorvoli degli aerei diretti a Kloten implica il prolungamento di due piste sulle quali gli zurighesi saranno chiamati ad esprimersi in votazione. Le restrizioni dei sorvoli della Germania meridionale entreranno comunque in vigore nel 2020, anche se le piste non saranno prolungate.

Lo ha precisato oggi all'ats il portavoce dell'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC) Daniel Göring. Alla Svizzera rimangono quindi sette anni e mezzo di tempo per decidere come ripartire i decolli e gli atterraggi che non possono passare sopra il territorio tedesco.

L'accordo presentato ieri - che deve ancora passare al vaglio delle Camere federali e del Bundestag tedesco - rende necessario il prolungamento della pista 28 verso ovest e della pista 32 verso nord. Le due piste dovranno essere prolungate ognuna di 400 metri per redere possibile gli atterraggi e i decolli degli aerei più pesanti, ha dichiarato Sonja Zöchling, portavoce dell'aeroporto di Zurigo.

Il progetto di prolungamento, che per legge dovrà essere sottoposto a votazione popolare, sarà presentato nei prossimi mesi, ha precisato la portavoce.

Lo scorso mese di novembre, gli zurighesi aveva bocciato con una maggioranza del 58,8% un'iniziativa che chiedeva di vietare ogni possibile estensione delle piste. È tuttavia immaginabile che il nuovo progetto causerà diverse opposizioni. Gli oppositori hanno la possibilità di ricorre fino al Tribunale federale. Ciò potrebbe "ritardare di anni" la realizzazione, ha aggiunto la portavoce.

Il nuovo accordo autorizza i sorvoli del sud della Germania nei giorni lavorativi fra le 6.30 (invece delle 7.00) e le 18.00 (invece delle 21.00). Nei giorni festivi i sorvoli saranno tollerati soltanto dalle 9.00 alle 18.00 (invece delle 20.00). In compenso la Germania ha deciso di non fissare un numero massimo di sorvoli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS