Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - L'autorità fiscale americana IRS ha reagito con compostezza al "no" del Consiglio nazionale all'accordo di assistenza amministrativa tra USA e Svizzera sui conti UBS.
Il direttore Doug Shulman ha detto che la decisione parlamentare è una tappa procedurale: egli si attende comunque che l'intesa negoziata lo scorso anno trovi attuazione come prestabilito entro agosto.
Sul rifiuto della camera bassa di sottoscrivere il contratto Shulman non ha voluto prendere posizione. Se UBS tuttavia si rifiutasse di fornire i dati di 4'450 presunti evasori fiscali americani, le autorità USA avrebbero a disposizione una serie di strumenti legali, che andrebbero esaminati.

SDA-ATS