Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Corte di assise di Trapani ha condannato ieri sera a 24 anni di reclusione una 36enne messicana accusata di aver ucciso il figlio. Il bambino di 5 anni fu trovato morto nel suo letto il 13 luglio 2014 in un appartamento di Alcamo.

La donna, separata dal marito che viveva in Germania, avrebbe ucciso il bambino con una dose letale di amitriptlina, contenuta nel Laroxyl, un farmaco antidepressivo che la donna prendeva per una cura. Il pubblico ministero aveva chiesto l'ergastolo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS