Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'accesso all'acqua deve essere considerato un diritto umano.

È il messaggio centrale di un sit in davanti al Parlamento europeo organizzato in occasione della giornata mondiale per l'acqua dall'European Water Movement, una rete europea di organizzazioni e associazioni di base che si battono contro la privatizzazione e il riconoscimento del consumo dell'acqua come un diritto fondamentale e universale.

Alla manifestazione hanno aderito gruppi dall'Italia, Portogallo, Spagna, Irlanda, Francia, Germania, Olanda, Grecia e Belgio. A sostegno dell'iniziativa anche la European Federation of Public Services Union.

I manifestanti, in particolare, criticano la Commissione europea per aver ignorato sinora il diritto umano all'acqua escludendo il tema dalla sua agenda. Ricordano infine che circa due milioni di cittadini europei hanno appoggiato la richiesta che la Commissione agisca, fermando soprattutto la privatizzazione dell'acqua dal suo programma.

Del tema ne sta discutendo il Parlamento europeo che si esprimerà con un voto alla sessione del prossimi luglio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS