Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Addio rete fissa analogica (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

Addio rete fissa analogica: nel 2018 Swisscom effettuerà il passaggio integrale alla telefonia internet (IP) nelle prime quattro regioni svizzere.

L'operatore ha avviato la migrazione quattro anni or sono e finora ha trasferito oltre 1,6 milioni di clienti, a cui se ne aggiungono altri 40'000 ogni mese. "Sono molto soddisfatto di come procede il trasferimento", afferma Beat Döös, responsabile del comparto presso Swisscom, citato in un comunicato. "Entro la fine del 2017 praticamente tutti i clienti privati si serviranno di prodotti basati su IP. Consigliamo ai clienti commerciali di concludere la migrazione entro il 2017 e siamo convinti che la maggior parte lo farà".

A migrazione conclusa si potranno iniziare i lavori di smantellamento della vecchia infrastruttura. Le prime quattro zone in cui ciò avverrà sono Soletta-Bienne-Giura, Sciaffusa-Winterthur-Frauenfeld, Balsthal-Olten-Argovia (in parte) e Rapperswil-Jona-Glarona. Seguiranno altre regioni, i cui contorni saranno comunicati a tempo debito.

In una conferenza stampa a Zurigo Döös ha sottolineato che non verranno semplicemente bloccati i collegamenti: chi non avrà ancora migrato sarà contattato da Swisscom e "assistito intensamente". Circa 200'000 persone utilizzano ancora la vecchia tecnologia e fra loro ci saranno anche alcune "persone resistenti ai cambiamenti": dovranno contare con una disdetta del telefono.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS