Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - Sarà un lunedì nero domani per il trasporto aereo. E' infatti confermato lo sciopero di quattro ore, dalle 12 alle 16, in Alitalia, Meridiana e degli addetti ai servizi di terra negli aeroporti nella Penisola. Il fermo in Italia si aggiunge ai voli già cancellati per lo sciopero dei lavoratori della compagnia di bandiera inglese British Airways, oggi al secondo giorno di scioperi e con in vista, per la fine del mese, un altro stop di quattro giorni. Una ventina i voli ancellati tra Gran Bretagna e Svizzera.
In Alitalia si asterranno dal lavoro piloti e assistenti di volo. In Meridiana Fly si fermerà invece tutto il personale. La società ha assicurato che non ci sarà "alcun disagio" per la propria clientela in quanto, in vista dello sciopero, erano stati messi in vendita solo i biglietti per i voli garantiti, prima e dopo le quattro ore di sciopero e quelli da e per le isole.
Oggi è invece il secondo giorno di stop per i lavoratori di British Airways. La compagnia assicura che le misure decise per limitare i disagi alla clientela stanno funzionando "meglio del previsto". Ma sulla situazione negli aeroporti inglesi è guerra di cifre tra il sindacato e l'azienda.
Per Unite, il sindacato che rappresenta 12.000 lavoratori della Ba, l'80% degli addetti ha preso parte allo sciopero e 250 voli ieri sono stati cancellati. La compagnia replica che invece il 97% del personale si è regolarmente presentato al lavoro all'aeroporto di Gatwick e il 52,5% a Heathrow. Intanto il sindacato auspica una riapertura del dialogo con l'azienda. Tony Woodley, segretario generale aggiunto di Unite, ha detto in una lettera ai suoi membri di sperare che nuovi colloqui possano evitare un ulteriore sciopero di quattro giorni che si dovrebbe tenere a fine mese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS