Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - Si apre nel migliore dei modi l'Air show di Farnborough per i colossi dell'aviazione Airbus e Boeing. Le due societa' hanno infatti annunciato di aver ricevuto complessivamente 189 ordini, piu' del doppio del totale rispetto a quelli ricevuti l'anno scorso durante la fiera di Parigi.
Airbus ha ricevuto ordini per 122 aerei per un valore di 11,6 miliardi di dollari mentre Boeing ne ha collezionati 67 per una somma pari a 7,5 miliardi di dollari.
La spinta agli acquisti e' venuta soprattutto dalle compagnie di leasing, come General Electric, che attraverso la divisione Gecas ha ordinato 40 Boeing 737-800 e 60 Airbus A320 per un costo totale di circa 8 miliardi di dollari. La rivale Air Lease di Steve Udvar-Hazy si e' portata a casa 51 Airbus A320 per 4,4 miliardi di dollari. Gli analisti spiegano che le compagnie di leasing, che prestano gli aerei ad altre compagnie e rappresentano i principali clienti di Airbus e Boeing, sono le prime a scappare dal mercato quando l'economia va male e le prime a ritornare quando l'attivita' migliora. Con la ripresa dell'economia globale le compagnie di leasing possono di nuovo lanciarsi nell'acquisto di nuovi aerei.
Tra le compagnie aeree lo shopping piu' sostanzioso lo ha fatto Emirates Airline, comprando 30 Boeing 777-300ER per 9 miliardi di dollari, dopo aver piazzato il mese scorso all'Air show di Berlino un ordine di 11 miliardi di dollari per il superjumbo Airbus A380. Qatar Airways ha ordinato tre business jet alla Canadese Bombardier per 122 milioni di dollari mentre la Russa Aeroflot ha chiesto 11 Airbus A330-300 pagandoli 1,7 miliardi di dollari. Il quarto produttore al mondo, Empresa Brasileira de Aeronautica, ha vinto un ordine da 211 milioni di dollari dalla compagnia locale brasiliana Azul linhas Aereas Brasileiras per 5 jet da 120 posti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS