Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il 2010 ha registrato il tasso annuo più basso di incidenti nella storia dell'aviazione. Lo afferma la Iata - l'associazione internazionale del trasporto aereo, di cui fanno parte 234 compagnie aeree - sottolineando che "l'aereo è ancora il mezzo di trasporto più sicuro".

In particolare, il tasso globale di incidenti (misurato in perdite di aeromobili, cioè rimasti distrutti o gravemente danneggiati tanto da non essere riparabili), per milione di voli di aerei costruiti in Occidente è stato dello 0,61, cioè un incidente ogni 1,6 milioni di voli.

Si tratta, spiega la Iata, di un significativo miglioramento rispetto al tasso dello 0,71 registrato nel 2009 (un incidente per 1,4 milioni di voli) e il tasso 2010 è stato di poco inferiore a quello del 2006, che fu dello 0,65. Paragonato a dieci anni fa, il tasso di incidenti è stato ridotto del 42% rispetto a quello registrato nel 2001.

In cifre assolute, il 2010 ha visto i seguenti risultati: 2,4 miliardi di persone hanno viaggiato in sicurezza su 36,8 milioni di voli (28,4 milioni su aerei jet, 8,4 milioni su aerei a turboelica); 17 incidenti 'hull loss' hanno riguardato aeromobili costruiti in Occidente rispetto ai 19 del 2009; 94 incidenti - velivoli di ogni tipo, costruiti sia in Occidente che in Oriente - rispetto ai 90 del 2009; 23 incidenti mortali (velivoli di ogni tipo) rispetto ai 18 del 2009; 786 vittime rispetto alle 685 del 2009.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS