Navigation

Aerei da combattimento: commissione sicurezza punta su trasparenza

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 febbraio 2012 - 20:31
(Keystone-ATS)

La Commissione della politica di sicurezza (CPS) del Consiglio nazionale non ha appreso molto di nuovo sull'acquisto dell'aereo da combattimento Gripen durante l'incontro avuto oggi con il ministro della difesa Ueli Maurer e il capo delle forze aeree Markus Gygax.

Maurer e Gygax sono stati interrogati per un'ora sulla procedura d'acquisto del Gripen dai membri della commissione. "In fin dei conti non abbiamo appreso gran che di nuovo", ha affermato la presidente della commissione Chantal Galladé (PS/ZH) questa sera alla stampa.

"La sola certezza e che ormai abbiamo la sicurezza che la procedura d'acquisto è chiusa", ha aggiunto. Ma molti punti restano aperti. Impossibile per esempio far luce sui rapporti di valutazione critici sulle prestazioni dell'aereo svedese che hanno suscitato polemiche durante la scorsa settimana.

Ueli Maurer non ha voluto rispondere a domande tecniche, ritenendo che saranno trattate nel messaggio sul programma d'armamento previsto in giugno, secondo la deputata. La sottocommissione incaricata di studiare la questione continuerà l'esame e fornirà le sue conclusioni in aprile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?