Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lungo giro di colloqui telefonici con numerosi capi di Stato e di governo, oggi, per la cancelliera tedesca Angela Merkel, che in relazione alla tragedia del volo della Malaysia Airlines abbattuto sui cieli dell'Ucraina ha affrontato il discorso dell'"insopportabile situazione" successiva alla catastrofe, "con particolare riferimento all'approccio catastrofico dei separatisti con le vittime". Lo rende noto in una nota il viceportavoce della Merkel, Georg Streiter.

La cancelliera ha sentito il premier britannico David Cameron, il presidente francese François Hollande, il premier australiano Tony Abbot, il collega olandese Mark Rutte, il primo ministro finlandese Alexander Stubb e i presidenti di Russia, Vladimir Putin, e Ucraina, Petro Poroshenko. Tutti hanno concordato sulla necessità di istituire al più presto una "commissione internazionale indipendente" che abbia "accesso illimitato" al luogo dell'abbattimento.

La Merkel ha inoltre ribadito a Putin "per l'ennesima volta l'invito insistente a far valere finalmente la propria influenza sui separatisti dell'Ucraina dell'est, per arrivare al più presto a un incontro diretto del gruppo di contatto - composto da rappresentanti dell'Ucraina, della Russia e dell'Osce - con i separatisti".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS