Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Monta la polemica sulla scelta della Malaysia Airlines di attraversare lo spazio aereo dell'Ucraina orientale, dove dal 14 luglio, le autorità di Kiev avevano intensificato le restrizioni per il sorvolo. "Facevamo quella rotta come molte altre compagnie", ha affermato il portavoce del vettore aereo in una conferenza stampa all'aeroporto di Schipol, "sarebbe potuto accadere a chiunque".

Secondo quanto spiegato stamani a Bruxelles dai vertici di Eurocontrol (organismo di cui l'Ucraina fa parte con altri 38 Paesi europei), Kiev aveva imposto restrizioni sull'area fin dal primo di luglio, chiudendo lo spazio al di sotto dei 26mila piedi, in seguito ai combattimenti contro i secessionisti filorussi. Il 14 luglio inoltre le autorità ucraine avevano operato un'ulteriore modifica, autorizzando il volo solo al di sopra dei 32mila piedi. Attualmente lo spazio è stato completamente chiuso nella parte dell'Ucraina orientale, mentre resta aperto nella parte occidentale.

"Circa il 75% delle compagnie aeree hanno continuato tuttavia a seguire la rotta dopo l'introduzione delle restrizioni, per un totale di circa 350 sorvoli (rotta Ue-Asia; voli domestici ucraini; traffico Russia) quotidiani", hanno spiegato i rappresentanti di Eurocontrol, chiarendo inoltre che la Malaysia "non ha apportato modifiche" dell'ultim'ora al percorso che aveva stabilito in precedenza. La lista del 25% delle compagnie che hanno optato per rotte alternative non è stata resa nota.

Inoltre, è stato evidenziato a titolo esemplificativo, come ci siano restrizioni sullo spazio aereo di Siria e Libia, ma ad esempio non siano mai state introdotte misure su quello di Iraq o Crimea. Ciascuno Stato ha la sovranità sul proprio spazio aereo - è stato ricordato - e impone restrizioni sulla base dell'analisi della situazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS